SANTUARIO DI SAN ROMEDIO

Santuario San Romedio

Se siete alla ricerca di un trekking facile, ma molto scenografico, questo articolo fa al caso vostro! Vi consiglio la passeggiata che porta dal paese di Sanzeno, in Val di Non (Trentino Alto Adige), al Santuario di San Romedio, un oasi di pace in mezzo la montagna. Il percorso è semplice e senza particolari dislivelli impegnativi, quindi… pronti a partire?

Arrivate a Sanzeno e parcheggiate qui l’auto. Il sentiero inizia poco prima del piccolo supermercato: riconoscerlo è facile, perché è ben segnalato. In totale sono circa 3 km. Durante la prima parte della passeggiata passerete in mezzo ai filari di alberi di mele, per poi addentrarvi nel bosco e percorrere la parte più suggestiva di questo trekking: un sentiero a strapiombo tra la roccia.
In questo caso una raccomandazione è d’obbligo: attenzione alla testa! In certi punti infatti la roccia è bassa e fa da copertura al sentiero, è quindi necessario chinarsi per riuscire a passare.

Arrivati al Santuario di San Romedio, dedicate un po’ di tempo alla sua visita. All’interno troverete foto, bigliettini e omaggi lasciati al Santo in segno di ringraziamento dai fedeli per le grazie ricevute. Al suo interno si respira davvero una sensazione di pace ed è molto toccante vedere tutte queste testimonianze.

Osservando il Santuario e i suoi dintorni, non potrete fare a meno di notare le sculture intagliate nel legno rappresentanti un orso. Infatti il Santuario è da sempre associato agli orsi, tanto che l’area faunistica adiacente all’eremo dà asilo a diversi esemplari di orsi.
Il legame tra l’orso e il Santo trova le sue origini in una leggenda. Si narra infatti che Romedio fosse diretto a Trento a cavallo per incontrare il Vescovo, quando un orso attaccò e sbranò il suo destriero. Ma il Santo riuscì a domare l’orso e a cavalcarlo fino ad arrivare a destinazione.

Al Santuario potete fare una sosta per mangiare qualcosa o presso il bar o c’è un’area attrezzata con alcuni tavoli e da lì decidere se proseguire il vostro cammino.
Se, infatti, avete ancora voglia di camminare, potete proseguire per il sentiero che porta ai due laghi di Coredo e Tavon. Per farlo, seguite i cartelli, ad un certo punto arriverete ad un bivio e avrete due alternative: scegliere il sentiero più impegnativo e ripido, ma più corto (15 minuti) o quello più semplice, ma più lungo (40 minuti). Al bivio troverete le indicazioni per salire nel bosco e prendere il sentiero più impegnativo, ma basterà proseguire lungo la strada ghiaiata per scegliere quello più semplice (e più avanti troverete altre indicazioni).

Se tornati a San Romedio siete stanchi e non avete voglia di proseguire a piedi per ritornare a Sanzeno, quando ci sono stata io (in luglio) ogni 20 minuti, fino alle ore 18,00, partiva una navetta (al costo di 2€) per ritornare in paese: una delle due fermate è proprio vicino a dove c’è l’imbocco del sentiero.
Io sarei ritornata volentieri a piedi in paese, ma alla fine ho deciso di prenderla perché purtroppo stava iniziando a piovere.

2 commenti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...