RIVIERA MAYA

CENOTE IK KIL – VALLADOLIDCENOTE CALA TORTUGA


I cenotes sono delle pozze calcaree e una delle principali attrazioni della penisola dello Yucatan: si stima infatti che se ne trovino oltre 7.000! Girando per lo Yucatan noterete come non si trovino fiumi visibili, ma solo sotterranei, e i cenotes erano il mezzo che avevano i maya per recuperare acqua potabile.

Non solo, avevano anche un importante significato religioso nella loro cultura: permettevano infatti di collegare il mondo dei vivi all’inframundo, il mondo sotterraneo dei morti. Erano dei luoghi spirituali, in cui a volte compivano sacrifici umani rituali entrando così, secondo le loro credenze, in contatto con gli Dei. Secondo alcune ipotesi, potrebbe proprio essere stata questa una delle ragioni della scomparsa dei Maya: si sarebbero pian piano avvelenati bevendo l’acqua dei cenotes dove lasciavano affogare le vittime sacrificali.

Esistono molte varietà di cenotes: aperti, semiaperti o in grotte sotterranee. Durante il mio viaggio ne ho visitati due: Ik Kil, semiaperto e con una pozza d’acqua profonda 50 mt, e Cala Tortuga, che ha sia un cenote aperto che uno sotterraneo.

Durante gli spostamenti per raggiungere i cenotes, ho fatto anche una piccola sosta a Valladolid, la terza città dello Yucatan, giusto il tempo di passeggiare per una festa locale in un parco del paese e ammirare la Iglesia de San Servacio.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...