RIVIERA MAYA

Altro luogo molto suggestivo del sito archeologico è il campo da gioco della pelota. Quello della pelota non era un semplice passatempo, ma aveva molta importanza per i maya, basta pensare che in totale c’erano 8 campi nella città.
Ma esattamente in cosa consisteva il gioco della pelota? Sembra che nel corso del tempo il gioco abbia subito diverse varianti. Secondo alcune incisioni il gioco era simile a quello del calcio e non si poteva toccare la palla con le mani, secondo altre, invece, si usavano delle mazze.

In ogni caso si giocava in due squadre e lo scopo era uno: il capitano doveva fare canestro negli anelli appesi alle pareti. Vinceva la squadra del primo che ci riusciva.
C’è un però… come premio chi vinceva veniva sacrificato agli dei… Una cosa che a noi sembra assurda, ma che per loro rappresentava un onore. Inoltre, siccome chi giocava erano nobili, era probabilmente anche un modo per controllare la popolazione e far sì che non ci fossero troppi nobili che potessero magari dare atto a rivolte.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...